Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

OPERADOMUS D’AUTUNNO

Ottobre 23 @ 5:30 pm - Dicembre 6 @ 9:00 pm

Opening

Scuderie Aldobrandini per l’Arte di Frascati

PiazzaMarconi 6 Frascati

23 ottobre -15 novembre 2020

Opera Domus d’autunno

La Cartella Stampa a disposizione con i materiali informativi

Collettiva di Arte contemporanea

Con il contributo della Regione Lazio. Il patrocinio del Comune di Frascati, Scuderie Aldobrandini per l’arte. Il patrocinio di Hangart Festival – Interfaccia Digitale di Pesaro.

Opera Domus è un concept d’arte basato sull’esperienza personale ed artistica di Carlo Marchetti artista romano, e ideato con Daniela Zannetti giornalista, Cultural producer e “Artisti in Transito”, sull’archetipo della Casa, come opera dell’uomo, e dell’artista. Come forma e cura dello spazio-tempo. E come in un’opera d’arte, del senso profondo dell’esistenza.

OperaDomus” alla riapertura delle Scuderie di Frascati il 23 ottobre 2020, trasporta la magia dell’Opera casa e dei 14 artisti di levatura nazionale e internazionale e nuove generazioni coinvolti all’interno del prestigioso salone espositivo seicentesco: Alessandra di Francesco, Stefania Sabatino, Giorgio Galli, Karin Lindström, Carlo Marchetti, Daniela Zannetti, “Mario Schifano”, Cecilia De Paolis, Achille Pace, Claudio Marini, Francesco Cervelli, Anna Onesti, Paolo Romani, Ferdinando Gatta. Il “Tributo ad Oreste Casalini”, artista romano prematuramente scomparso nel 2020. La performance di danza “I μετά” di Rossana Abritta formata presso l’Accademia Nazionale di Danza di Roma e Ludovica Centracchio laureanda al Triennio di violoncello presso il Conservatorio “Santa Cecilia”. Il cortometraggio “OperaDomus”  di Paolo Codato e Ennio Dotti.

Con questa mostra riapre lo spazio espositivo delle Scuderie Aldobrandini dopo la chiusura dovuta all’emergenza Covid-19. Si torna in presenza ad ospitare un’esposizione che narra, tra l’altro, lo sviluppo dell’uso dello spazio in questo difficile periodo per tutto il Paese e per il nostro territorio. L’esperienza appena vissuta e non ancora conclusa – dice il Sindaco di Frascati Roberto Mastrosanti – sottolinea l’esigenza di guardare e vivere lo spazio, con nuove formule e approcci, e l’Amministrazione comunale ha voluto cogliere la suggestione proposta da Daniela Zannetti e Carlo Marchetti sostenendo e accogliendo la mostra nello Spazio delle Scuderie Aldobrandini che quest’anno celebrano i vent’anni di attività.”

La mostra nata per essere ospitata in un vecchio casale seicentesco della campagna veliterna ha trovato la sua prima espressione in rete, trasformandosi in una delle prime mostre virtuali del primo semestre 2020 – spiega Emanuela Bruni, Assessore alla Cultura del Comune di Frascati. L’Amministrazione ha voluto sostenere, in tempo di lockdown, il progetto di Daniela Zannetti e Carlo Marchetti nelle pagine virtuali del sito delle Scuderie Aldobrandini. Il riscontro di pubblico dell’intera operazione è stato di forte impatto, più di cinquantamila transiti hanno rafforzato il loro sforzo e anche l’impegno virtuale del polo culturale tuscolano che con l’uso intenso dei social media è diventato un nuovo luogo di incontro della comunità culturale non solo tuscolana, allargando il proprio orizzonte oltre lo spazio fisico del territorio. Durante la quarantena da Covid 19 il tema dello spazio che ci circonda è stato particolarmente sentito, il lockdown e ciò che esso ha portato con se di drammatico e innovativo ad un tempo ci ha fatto percepire diversamente ciò a cui eravamo abituati – conclude l’assessore alla Cultura Emanuela Bruni. L’impossibilità di fruire di spazi pubblici o privati come da sempre abbiamo fatto, e l’obbligo del distanziamento ci induce a ripensare gli spazi vitali”.

Posso aggiungere – commenta l’artista Carlo Marchetti – che l’evento di “ Opera Domus 7IDee+” che si doveva svolgere il 21 Marzo 2020, puntava moltissimo sull’impatto che avrebbe avuto la mostra sulle persone a livello creativo emozionale, e nel contesto di questo straordinario luogo delle Scuderie Aldobrandini di Frascati, ricco di Storia e Arte, non può fare altro che rafforzarsi. La straordinaria capacità di comunicare l’Arte e i suoi dintorni dell’amica Daniela Zannetti è stata quella di far diventare la mia casa d’artista, “l’Opera Domus”, un sogno condivisibile con tutti”.

Il paradigma concettuale di Opera Domus, in questa edizione, viene rappresentato su progetto espositivo di Fabio Camilli (Architetto), studiato sulla casa d’artista e la sua rappresentazione nello spazio. L’evento si realizza grazie alle capacità dell’assessore alla cultura Emanuela Bruni di intercettare e valorizzare le risorse creative del territorio, e con il contributo della Regione Lazio che ha riconosciuto l’interesse culturale del proponimento presentato da “Artisti in Transito – Ecocity Onlus. La casa d’artista ha un suo fascino, è essa stessa opera– spiega la curatrice Daniela Zannetti – aumenta e diventa insuperabile con il passaggio di altri artisti. Gli atelier d’artisti tuttavia non sono dei feticci alla moda da esibire, sono luoghi dove transita il mistero dell’arte. In questo l’idea è stata ambiziosa. Mostrare uno spazio carico di personalità e trasferirlo al pubblico con le sue sale e le opere dei 14 artisti in relazione al rapporto avuto con la casa d’artista e l’artista stesso”.

Il programma multimediale di Opera Domus – conclude la curatrice – stimola la riflessione sulle diverse arti e il loro profondo rituale rigenerativo, evolutivo. Prova ne è Rossana Abritta che con la sua video danza pubblicata in Opera Domus ha vinto la prima edizione di “Interfaccia Digitale” dell’Hangart Fest di Pesaro. Festival di danza contemporanea diretto da Antonio Cioffi che ha rilasciato il suo lodevole patrocinio all’evento frascatano. “Hangart” è stato riconosciuto dall’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018 e gode dei benefici previsti dall’Art Bonus, MIBACT a sostegno dei luoghi di cultura e degli enti dello spettacolo dal vivo.

Si ringrazia infine, in particolar modo Ekaterina Viktorovna Pugach Domaevskaya per la gentile concessione in mostra delle opere “Di padre in figlio” tra le ultime esposte da Oreste Casalini a Roma.”

Luogo

Frascati (Rm)
Piazza Marconi 6
Frascati, Rm 00044 Italia
+ Google Maps